Una sedia magica per i nostri bimbi per costruire ricordi da 0 a 100 anni!

In questi periodi si sente molto parlare di amicizie nate sui social, rapporti virtuali che sfociano in qualcosa in più, in qualcosa di speciale e unico che va oltre un semplice like o un cuoricino lasciato fra i commenti.

A me è successo!

Annamaria che tutti conoscete come @annina85 è entrata per caso nella mia vita con la sua dolcezza e la sua simpatia e oggi, è una delle mie migliori amiche.

Di quelle vere, di quelle che non serve vedersi tutti i giorni per capire di essere importante l’una per l’altra, di quelle che basta una parola per capire che qualcosa con va, di quelle che senti gioire con sincerità e lealtà dei tuoi successi e che ti danno una spalla per supportarti nei momenti difficili.

Noi così diverse, noi tremendamente simili in un milione di cose…

Per questo sono felice e onorata di annunciarvi che la troverete, oltre che su Instagram come @annina85 e su Fb con la pagina “MammaPop”, anche qui, in questo mio spazio che amo, con una  rubrica tutta sua, un angolo dedicato alle mamme e i bambini.

Così oggi lei, super mamma di due splendidi patatini Orlando e Vittorio  di 12 e 2 mesi, apre le danze con un tema molto importante, ci parla infatti  di alimentazione e svezzamento dei più piccoli secondo la sua esperienza e ci regala una ricettina golosa e nutriente per i nostri cuccioli.

Ciao a tutti! Ringraziando la mia amica Vale per questo bello spazio che mi ha dedicato oggi volevo parlarvi di alimentazione e di svezzamento per i nostri nanetti.

Ognuna di noi dopo il quarto mese del piccolo nanetto o della piccola principessa ha iniziato a pensare,con terrore misto ad entusiasmo, al sesto mese e ai cambiamenti che avrebbe portato nell’alimentazione del proprio bimbo o bimba.
Pappe?
Autosvezzamento?
Cibi solidi?
Cibi liquidi?
Aiuto si soffocherà!
Aiuto sporcherà ovunque!
Non mangerà mai!
Mia mamma ha sentito di un bambino che momenti si soffocava con una mela!
Omogenizzati o cibo biologico cotto alla luce lunare?
Che ansiaaaaaaa! Posso dirlo?
Noi abbiamo scelto l’autosvezzamento con un brevissimo passaggio attraverso il magico mondo delle pappe e dei BROOOOOOODIIIIII (leggete come quando dovete evocare un mostro feroce) !
Io odio l’odore di brodo e sono felice che mio figlio, nonostante mia suocera lo vedesse morto soffocato ad ogni boccone, abbia imparato sin da subito a gestire il cibo in bocca e a mangiare più o meno tutto, anche seguendo i suoi personalissimi gusti (i biscotti a quanto pare sono buonissimi insieme alla frutta rimasta nella bavaglia!) .
L’unica certezza di questo periodo in cui pulisco a terra almeno tre volte al giorno e in cui mio figlio sta prendendo confidenza col cibo e’ il nostro “seggiolone” !
Metto questa parola fra virgolette perché non si può ridurre la nostra mitica Tripptrapp di Stokke.
Bisogna più opportunamente chiamarla SEDIA DA 0 a 100 anni!
Si perché la Tripptrapp segue i nostri cuccioli nella loro crescita e li accompagna da quando sono neonati a quando sono grandi !
Non vi nego che sabato scorso avevo gente a cena e ho adattato le due tripptrapp come sedie per gli ospiti ed erano ,a detta loro, i più comodi!
Da quando ho saputo di essere incinta di Orlando ho sognato di avere questa sedia magica e come primo acquisto ho proprio scelto la mia adorata tripptrapp bianca !
La prima cosa che Orlando ha provato, una volta tornato a casa dall’ospedale , e’ stata proprio lei con il nostro set Newborn e da allora ci accompagna in diversi momenti della giornata!
Quando pulisco lui mi aiuta seduto nella sua sedia, comodo grazie alla sua imbottitura a tema stelle( chi mi conosce sa che non potevo scegliere fantasia diversa) e mentre cucino mi fa compagnia da sempre standomi vicino e giocando sul suo tavolino.
Seguendo l’autosvezzamento, spesso non usiamo piatti e gli metto il cibo direttamente sul tavolino in modo che ,a parte i lanci a terra,lui non abbia la frustrazione di gettare tutto a terra insieme dovendo gestire un piatto.
Una volta finito basta davvvero una passata di straccio e torna tutto pulito! Sì,anche il cuscino! E’ materiale fatto apposta per essere pulito con una passata di spugna e non assorbe i liquidi quindi,via ai disastri senza nervosismi! Evviva la sperimentazione dei bimbi sul cibo!
Da poco poi ,come penso sappiate, ho avuto un altro bimbo,Vittorio ,e per lui ho scelto ancora la mitica sedia perché non potevo e non volevo, essendo amante anche del design moderno e invece poco tollerante alle fantasie infantili che decorano tutti i supporti per bambini.
Questa volta ho scelto la variante in grigio naturale ! La adoro! Avendo la casa grigia e bianca queste due tripptrapp si fondono perfettamente con il nostro arredamento e devo dire che danno anche un tocco in più alla casa!
Vi consiglio di farvi un giro sul sito Stokke per vedere tutte le versioni di colore in modo da poter scegliere il più adatto ai vostri gusti e alle vostre case! Ne troverete un sacco e difficilmente non troverete quello che fa per voi!
Vi avviso! Vi perderete! Non saprete cosa scegliere ma alla fine vi innamorerete di questo design magico e versatile!
Spero di esservi stata utile e di avervi dato qualche dritta utile per la fase svezzamento dei vostri bimbi!
Vi lascio anche una ricettina facile facile per i più piccoli così potrete regalare loro un dolce senza rischiare di renderli sensibili agli zuccheri! Cosa chiedere di più?!
Alla prossima con i miei consigli su come viaggiare con due neonati e a come tornare in forma con i pupi dopo il parto!
Vi aspetto!
Ora corro ad aiutare la mia amica Claudia @claudiaborroni ,momtobe, a scegliere la sua Tripptrapp Stokke ! Aspettiamo insieme il suo Christian e non vedo l’ora di vederlo!
Anna
IL MIO PRIMO CHEESECAKE (fonte IL CUCCHIAINO D’ARGENTO)
INGREDIENTI PER UNA PORZIONE:
• 3 biscotti Plasmon
• 1 cucchiaino colmo di yogurt
• 40 g di ricotta vaccina
• 4 o 5 ciliegie
PROCEDIMENTO:
PROCEDIMENTO
Frullate i biscotti Plasmon fino a ridurli in polvere e mescolateli con lo yogurt per ottenere un impasto omogeneo. Stendete l’impasto all’interno di un anello d’acciaio di 6 o 7 centimetri di diametro, appoggiato su un piattino e livellatelo col dorso di un cucchiaino.Sgocciolate bene la ricotta trasferendola in un colino a maglie fini. Stendete la ricotta sopra la base di biscotti all’interno dell’anello. Lavate le ciliegie, snocciolatele, tagliatele a pezzettini e distribuitele sulla ricotta.Fate riposare il cheese cake in frigorifero per un’oretta e, al momento di servire, sfilate l’anello.Età consigliata: da 12 mesi
Le quantità sono indicative e possono variare a giudizio del Pediatra a seconda dell’età e dell’appetito del tuo bambino.

Post in collaborazione con Stokke.

Ti potrebbero interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.