Il passato alle spalle, un capitolo nuovo

IL PASSATO ALLE SPALLE, UN CAPITOLO NUOVO, CON LA SERENITÀ PER ACCETTARE LE COSE CHE NON RIESCO A CAMBIARE E IL CORAGGIO PER CAMBIARE QUELLE CHE POSSO…PREGARE PER UN SUFFICIENTE EQUILIBRIO…

LASCIO CHE SIA…

(“Il mestiere della vita” T.Ferro)

Queste parole me le sento cucite addosso proprio come un vestito che ti cade a pennello…

Un abito a cui non c’è bisogno di accorciare o di stringere assolutamente nulla.

Da qualche settimana un capitolo che non mi apparteneva più, o forse non mi è mai appartenuto, si è finalmente concluso…Respiro una strana libertà e non riesco a essere neanche un filo dispiaciuta, delusa sì probabilmente, ma dispiaciuta no!

Era un “Arrivederci e grazie!” annunciato.

Ho elaborato con il tempo che era così che doveva andare… 

Ognuno ha il suo posto, la sua strada nella vita…e quella non era la mia…

Diciamo che su due piedi sono rimasta un po’ scottata, inutile negarlo…

Del resto per una che è stata costretta a chiudere un’attività in proprio  con un neonato e tremila pesi sulla schiena, un lavoro che seppur sapevo non appartenermi significava un’ancora di appiglio… 

Svegliarsi una mattina e dire:”Ok! Da oggi sono disoccupata!” Non è per nulla semplice… 

Ma la Valentina di oggi non è la Valentina di qualche anno fa…qualche chiletto in più e qualche rughetta in più sul viso (d’espressione eh…) sono segni di una consapevolezza e di una maturità nuova e di una strana e incredibile energia…

Quell’energia che mi ha sempre contraddistinto, ma che varie e abbinate vicessitudini mi avevano fatto dimenticare…


Così mi sono detta a me stessa che era arrivato il momento di mettere un punto.

Un punto senza rabbia, senza rancori…

Oggi voglio lasciare per strada tutto quello che in questi anni lavorativamente parlando mi ha fatto stare male … tutte le persone che mi hanno deluso, ma che nonostante tutto non sono riusciti a togliermi il sorriso…

In questa fase mi definisco non disoccupata, ma diversamente occupata. La mia testa è in fermento,mille progetti scalpitano dentro di me…alcuni probabilmente resteranno nel cassetto dei desideri…altri credo, spero, si concretizzeranno… 

Di treni nella mia vita ne ho persi tanti, ma oggi a 36 anni non posso più prendermi il lusso di arrivare in ritardo… salirò su tutti i treni che arriveranno … tutti!!

Oggi metto un punto sereno e riprendo in mano la mia vita!

A tal proposito credo proprio che sarà un autunno molto impegnativo quello di quest’anno…

Ma l’estate è appena cominciata voglio godermi mio figlio, la mia famiglia , le vacanze, il mare, il profumo di salsedine,i gelati , i capelli arruffati ,i piedi nudi e tutte le cose belle che la stagione calda porta con sé… 

Voglio riprendere a guardare lontano… da dove? 

Esattamente da lì, da dove avevo smesso di essere serena…

Ti potrebbero interessare anche

3 comments

  1. Alla fine credo che non tutti i mali vengono per nuocere. Credo che alla fine rendersi conto delle proprie capacità sia la nostra conquista più grande. Goditi questa estate, questa pausa e ricaricati di energia per ricominciare e trasformare in realtà tutto ciò che desideri. un bacio vale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.