Il tempo è adesso!

L’altra mattina ero a casa da sola, Ale all’asilo, Lori a lavoro, la musica accesa, io con mille cose da fare, come al solito…Mi sono seduta sul divano, mi sono rialzata, mi sono fatta un caffè sperando nel miracolo, sperando mi desse voglia e ispirazione per cominciare a combinare qualcosa! Ma nulla… guardo l’orologio e ahimè era quasi mezzogiorno, non avevo combinato niente!

Solitamente non mi succede, solitamente sono molto attiva, specie la mattina, ma l’altro giorno, sarà che sento il cambio di stagione, ero come imbambolata, intrappolata fra i miei pensieri e le cento cose da fare!

Ne ho approfittato per fare delle riflessioni…

Non so voi, ma odio questa sensazione, quando sento il tempo che mi sfugge di mano…

Dalle banalità quotidiane ai miei pensieri che sempre più spesso mi riportano indietro, io ho continuamente, specie negli ultimi anni, la sensazione che il tempo stia passando troppo velocemente… per tutto quello che vorrei fare, disfare, vivere…

Si vive un periodo della vita in cui si pensa che tutto sarà per sempre così, che tutto rimarrà per sempre intrappolato come in un fermo immagine, i genitori, i nonni, il primo amore, i posti felici, quelli vissuti con gli amici e la famiglia e poi ancora gli occhi dei nostri bambini, la prima casa, il primo lavoro.

Poi inevitabilmente arriva un momento, non si sa bene come, ma arriva e cambia tutto! Cambia le priorità, cambia i significati, in un attimo i nostri figli spiccano il volo, la prima casa diventa stretta e ci rendiamo conto che il primo amore, in fondo, non era quello giusto per noi … insomma, in un attimo, le certezze diventano altro, in un attimo partono i bilanci, in un attimo si tirano le somme e in tutto questo, il tempo che scorre  è il protagonista indiscusso…

Quanto tempo perdiamo dietro cose, situazioni, persone sbagliate, senza renderci conto che in fondo,  la cosa più preziosa che abbiamo è proprio lui : il tempo! Scegliere a chi e in che misura dedicarlo è fondamentale!

Io ormai da tanto sono uscita da quel fermo immagine, dall’idillio temporale in cui tutto sembra perfetto così com’è, piano piano ho stabilito o semplicemente capito, cos’è per me la cosa più importante al mondo ( mio figlio e la mia famiglia) e valuto, valuto  le situazioni sulla bilancia del tempo!

Perché  il tempo passa , passa senza che noi ce ne accorgiamo e se ho imparato una cosa a riguardo, è che, se si ha una volontà in mente, giusta o sbagliata che sia, bisogna farla! Mai rimandare!

Il tempo è adesso !

E’ quello che viviamo nello stesso istante in cui ne stiamo parlando! Perché ci si distrae un attimo e arrivano i rimpianti! Vorremmo riacchiappare quei momenti che ormai sono passati… andati per sempre…

Ognuno di noi ha una percezione diversa del tempo che è andato, ognuno di noi sceglie se e cosa ricordare…ohhh gran bella invenzione i ricordi!

Ma per fortuna, in ognuno di noi ci sono ricordi positivi e ricordi negativi ed è così che una tazza rotta, un cappello sgualcito, un vecchio giornale… sono piccole cose, a volte però, se ci riportano a una situazione vissuta o ci fanno pensare a una persona importante, possono essere tutto!

Come per la percezione del tempo che scorre, ognuno di noi ha un modo personalissimo di trattare i ricordi! C’è chi cancella ogni traccia per provare a dimenticare, c’è chi riempie la sua vita dei ricordi per continuare a pensare…

Certo, il tempo passa inesorabile e sempre smussa gli angoli, rimargina ferite e cancella, cancella proprio tutto, si perdono i dettagli, le sfumature  e in tutta questa storia del tempo che passa ecco  a cosa servono i ricordi… a fermare il tempo, “quel tempo” che ne non vogliamo far andar via e forse l’unico modo per provare a fermarlo e provare a continuare a ricordare…

Non so, sarà la primavera, saranno i 36 anni imminenti, ma questa storia del tempo che passa mi sta sfuggendo di mano e mi rendo conto che ahimè non esistono soluzioni… ci si può solo “arrendere” e vivere, vivere a 360 gradi il tempo che scorre, io ci provo ! Forte e protetta dai miei ricordi, cerco di vivere a pieno il mio presente!

Ogni tanto però ve lo confesso, lo lancio un po’ avanti il mio tempo, solo un pochino, perché troppo avanti mi spaventa…

Avete presente come fanno i ritardatari quando hanno un appuntamento importante? Spostano  in avanti le lancette dell’orologio!

Ecco,  io faccio esattamente questo nella mia testa!  Perché se la testa va indietro nel tempo,  si chiamano ricordi, ma se avanti… bhe,  se va avanti si chiamano sogni e io nonostante tutto voglio ancora provarci… a fare cosa?

A sognare…

Questo post è stato gentilmente offerto da Daniel Wellington grazie al quale ho avuto la possibilità di scegliere il mio orologio preferito: l’intramontabile, ed è proprio il caso di dire, “senza tempo”, Classic Sheffield con cinturino nero , quadrante bianco e oro rosa. Se volete anche voi scegliere il vostro orologio preferito, usando il codice “VALEROSE”, fino al 15 maggio potrete usufruire del 15% di sconto andando sul sito di Daniel Wellington.

Ti potrebbero interessare anche

3 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.