Femminilità

Amo la femminilità vera. Quella di quelle donne che la mattina si nascondono dietro gli occhiali da sole perché magari hanno passato la notte a piangere e a chiedersi perché, dove il perché non c’è.

Amo la femminilità spavalda e irriverente  di quelle donne che continuano a sorridere nonostante tutto.

Quella magica delle mamme, fatta di occhiaie e di così tante notti in bianco che ormai non le contano più, con i fianchi più morbidi e la pancetta, perché hanno da poco dato la vita.

Di quelle che non sanno di esserlo femminili e camminano a testa bassa .

Di quelle che non usano il trucco per cambiarsi, ma per valorizzarsi.

di quelle che non hanno bisogno di troppi orpelli e oggetti da indossare per attirare l’attenzione, ma che scelgono quelli giusti, che le renda luminose, sicure e che nascondano un segreto, una promessa importante o per che no?un ricordo indelebile.

Amo quella femminilità che passa attraverso la tenerezza, che ci rende dolci e ci distingue dagli uomini.

E poi ancora quella  così forte, fatta di sguardi e non di cm di stoffa.

Penso che potrei  andare avanti all’infinito e credo  che la femminilità, quella vera, sia “un’arma “potente per chi la esercita e per chi la subisce uomo o donna che sia. Non ci sono eccezioni.

Sono fermamente convinta, che la femminilità, non è ostentazione del proprio corpo a tutti i costi è piuttosto consapevolezza dei propri limiti.

Credo che ci siano angoli di pelle coperta che fanno un frastuono pazzesco dentro.

Ad oggi, rinascessi 10 volte, nonostante la difficoltà di esserlo, sceglierei ogni volta di essere DONNA, esattamente così come sono oggi a 35 anni piuttosto che a 20, dal basso del mio metro  e 65 e con  quei 2 kg in più che mi ha regalato la gravidanza e che non mi hanno più abbandonato, con le mie lotte interiori, con il trucco che a sera non c’è più perché non me lo ritocco mai, con poche certezze e mille consapevolezze, con ancora tanti sogni irrealizzati.

In perenne equilibrio tra mille cose da fare e il tempo che sembra non bastare mai, forte e fragile allo stesso tempo, ma DONNA!

Ti potrebbero interessare anche

1 comment

Rispondi a Roberto Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.